Like us

lunedì 16 aprile 2012

Calamarata con baccalà, pomodorini, capperi e olive


L'altra sera mangiando il baccalà in umido, che ha perlopiù gli stessi ingredienti, ho pensato che sarebbe stato un sugo perfetto anche per la pasta. E tra i vari formati, sarà il mio sangue napoletano o il sugo che si infila dentro che è "'na bellezza", la calamarata è decisamente la scelta migliore. Facile facile, ma spoprattutto buona, buona, buona!



Ingredienti per 4 persone

500gr di calamarata Garofalo
filetti di pesce (io adoro il baccalà..)
un paio di scalogni o cipolla o porro

olive nere
 
capperi sotto sale
basilico e origano
sale e pepe
pasta di acciughe
pomodorini
vino bianco per sfumare

 Fate stufare a fuoco dolce lo scalogno affettato in un goccio di olio evo - se lo ritenete necessario e se vi piace, aggiungete un pochino di pasta di acciughe che aiuterà a dare un po' di sapore -  e i pomodorini tagliati a metà. Quando si saranno ammorbiditi aggiungete il pesce, le olive denocciolate e i capperi. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, aggiungete abbondante basilico, un po' di origano e aggiustate di sale e pepe (attenzione a non esagerare: il baccalà è sipido di suo e le olive e i capperi contribuiscono alla sapidità del piatto!). Se non avete piccoli nani a tavola con voi e se vi piace il piccante aggiungete un po' di peperoncino. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela come sempre un paio di minuti prima del dovuto e finite la cottura nella padella con il sugo aggiungendo se necessario un po' di acqua di cottura della pasta che avete tenuto da parte. Da leccarsi i baffi!


Giò

3 commenti:

anche io oggi calamarata!

Vi ho scoperte grazie ad Elena di ViveNinette che mi ha fatto assaggiare i vostri buonissimi tè. Il vostro sito è bellissimo o devo dire buonissimo ...ciao

grazie! a presto allora...con un tè, uno stuzzichino e una ViveNinette in mano o in spalla!!!

Posta un commento