Like us

lunedì 11 agosto 2014

Buone vacanze!

Buone vacanze a tutti!



Noi saremo in giro ad assaggiare, curiosare, cucinare, rubare ingredienti e sperimentare cose nuove.
Tante nuove ricette al nostro rientro!

Ci vediamo a settembre!

Anna&Giò

sabato 9 agosto 2014

Torta rovesciata alle prugne e aromi (Upside Down Cake with plums and herbs)

Ho visto questa ricetta e me ne sono innamorata. Frutta, caramello, erbe e limone... che dire, solo a parlarne ne sento il profumo!
E' una torta perfetta da fare in vacanza, ottima anche con le alte temperature e rinfrescata dalle zeste di limone. Se poi aggiungi una pallina di gelato alla crema o alla mandorla... paradisiaca!
La ricetta originale è leggermente diversa, è una ricetta di Maggie Beer, cuoca e imprenditrice australiana, dma invece delle prugne veniva usata l'uva, e purtroppo da noi non è reperibile il Verjuice Syrup, quindi mi sono dovuta ingeniare!
Questa torta è ottima anche con albicocche, pesche, mele... usate tutta la frutta di stagione che vi ingolosisce!
Ma fatta con le prugne dell'orto dei miei genitori ha tutto un altro gusto!
Credetemi, provatela!



Ingredienti per lo sciroppo
500 ml vino bianco
il succo di 1 limone
350 g di zucchero
3 foglie di alloro
1 rametto di rosamarino
8 scorzette di limone tagliate fini
2 cucchiaini di timo (meglio se la varietà limoncina)

Ingredienti per l'impasto
500 g di prugne tipo regina claudia
220 g di zucchero
4 uova (albumi e tuorli separati)
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
80 ml di olio extravergine di oliva
80 ml di sciroppo
100 g farina 00
50 g di farina 0 manitoba
1 bustina di lievito

Accendete il forno a 180°C.
Foderate uno stampo da cake di circa 26 cm di diametro di carta da forno, meglio se uno stampo a cerniera.
Con la carta forno foderate anche le pareti lasciando sporgere la carta dal bordo di circa 5 cm.

Iniziate preparando lo sciroppo.
Portate a bollore il vino bianco, il succo di limone e lo zucchero e fate bollire per circa 5 minuti.
Aggiungete gli aromi e continuate a cuocere finché il colore non sarà caramellato, per una decina di minuti a fiamma dolce.




Togliete lo sciroppo dal fuoco e versatelo nello stampo foderato.
(se non siete certi che la cerniera tenga mettete lo stampo dentro una pirofila)
Disponete sul fondo il rametto di rosmarino, le zeste di limone e le foglie di alloro.
Lavate e tagliate a metà le prugne togliendo il nocciolo.
Disponetele a faccia in giù nello stampo coprendo tutta la superficie.

Preparate l'impasto...
Sbattete i tuorli con metà dello zucchero e la scorza di limone finché non saranno chiari e spumosi. Mentre state sbattendo aggiungete l'olio e lo sciroppo e amalgamate bene.
Aggiungete le farine setacciate e il lievito e rendete l' impasto omogeneo e mettete da parte.
In una ciotola fredda e pulita montate gli albumi a neve ferma e aggiungete delicatamente lo zucchero rimasto sul finire.

Ora dovete amalgamare i bianchi all'impasto aggiungendoli 1/3 alla volta e mescolando dal basso verso l'alto con una spatola per evitare che l'impasto di smonti.




Versate l'impasto nello stampo e cuocete per 1 ora circa. Fate la prova con lo stecchino, deve uscirne asciutto!

Tirate fuori dal forno e lasciate riposare almeno un'ora.

Rovesciate su un piatto da portata la torta e irroratela con il caramello fuoriuscito, l'impasto sarà così soffice ma umido, una vera delizia!
Servitela con una pallina di gelato alla crema o alla mandorla e sarà un'esplosione di profumi e sapori!

Anna 

lunedì 4 agosto 2014

Lamponi con zucchero al basilico e fiordilatte

Ho trovato questa ricetta su uno degli ultimi numeri de La cucina Italiana e mi ha incuriosito parecchio per diversi motivi! Adoro i lamponi, ultimamente ho scoperto con gioia l'utilizzo del basilico nei dolci, il gelato in estate è un must e last but not least, come direbbero gli inglesi che in fatto di dolci sanno il fatto loro, si fa in un attimo, è fresco, rinfrescante e leggero! Insomma un dolce perfetto per queste sere "appiccicaticce", che siate al mare o in città che fate il conto alla rovescia alla partenza per le vacanze!


Ingredienti per 4 persone
250g di lamponi
200g di gelato fiordilatte
50g di zucchero di canna
qualche foglia di basilico

Lavate accuratamente i lamponi sotto l'acqua corrente. Tamponateli delicatamente con della carta da cucina e lasciateli asciugare. Nel frattempo pestate con il mortaio lo zucchero di canna con il basilico.Unite i lamponi con lo zucchero e il basilico in una ciotola e lasciateli insaporire per almeno una trentina di minuti.
Mettete nelle ciotoline una pallina di gelato e ricoprite con un paio di cucchiaiate di lamponi insieme al sughetto che si sarà creato.
Servite freddo.

Giò

giovedì 31 luglio 2014

Serial griller: hamburger di maiale e mele

Storie di macellai.
Quando passavamo le estati ad Old Buckenham il BBQ era in modalità "torcia olimpica", ovvero sempre acceso, e la gioia più grande era andare a New Buckenham dal macellaio Simon Cattermole .
Oltre alla bellezza della piccola macelleria del villaggio, c'era un profumo stupendo in quel posto, e preparava delle vere delizie per la griglia tra cui hamburger di agnello e menta, maiale e mele, o i tradizionali di manzo aromatizzati.
Da quando abbiamo abbandonato Old Buckenham ho riproposto gli hamburger di Scatty the Butcher in ogni grigliata, con qualche modifica in stile Verza, e devo dire che il successo è assicurato!




Ingredienti per 4 hamburger:
600 g di macinato di maiale
8 fette di cheddar
1 mela Fuji
Parmigiano grattugiato
1 tuorlo
Sale, pepe
Worchester sauce
4 panini da hamburger
4 fette di pomodori insalatari
4 cuori di lattuga

Pulite e sbucciate la mela, tagliatela a dadini molto, molto piccoli.
Preparate l’impasto degli hamburger lavorando con le mani la carne, una manciata di parmigiano, sale, pepe, 1 cucchiaio di Worchester sauce e il tuorlo.
Unite i cubetti i mele.





Con l’aiuto di un coppa pasta di 10 cm di diametro fate un primo strato di impasto e pressatelo bene.
Al centro disponete una fetta di cheddar avendo cura di lasciare 1 cm di bordo.
Coprite con un altro strato di carne, pressate e sigillate bene i bordi.
(se non lasciate 1 cm di bordo rispetto al formaggio l’hamburger in cottura si aprirà facendo uscire il formaggio fuso).

Impacchettate ogni hamburger con la pellicola e fateli riposare almeno 1 ora in frigo perché si assestino.
Mettete gli hamburger sulla griglia e girateli quando saranno ben cotti da un lato.
Quando anche l’altro lato sarà quasi pronto mettete sopra un’altra fetta di cheddar perché si sciolga e nel frattempo scaldate i panini tagliati a metà.

Assemblate pane, salse, insalata, pomodori e hamburger e gustatelo caldo con una birra gelata!




Anna

lunedì 28 luglio 2014

Roast beef con capperi e olive nere. Dalla toscana con amore.

Avete un pezzo di roast beef, poco tempo e tanta voglia di fare un figurone, magari sorprendendo i vostri ospiti? Provate questa ricetta tutta toscana e in meno di mezzora avrete un secondo piatto davvero saporito e originale. E se avanza (avanzerà? mhh, ho i miei dubbi) il giorno dopo è ancora più buono..magari come companatico in mezzo a due fette di pane toscano!



Ingredienti per 4 persone

750g di roast beef (lombata) di Chianina
2 spicchi di aglio novello
2 rametti di rosmarino
1 cucchiaio di capperi
100g di olive nere denocciolate
1 filetto d'acciuga sott'olio
1 limone non trattato
olio extra vergine di oliva toscano
sale marino grosso
pepe in grani

Pestate nel mortaio mezzo cucchiaino di sale grosso, uno di grani di pepe e strofinate la carne con questo battuto. Trasferitela quindi in una casseruola che la contenga a misura, aggiungete 8 cucchiai di olio, l'aglio schiacciato e fatela rosolare bene su tutti i lati. Abbassate il fuoco, coprite il recipiente e cuocete per 5 minuti. Nel frattempo tritate grossolanamente le olive con i capperi e il filetto di acciuga. Mescolateli con la scorza di limone e il rosmarino tritato molto fine. Aggiungete il battuto alla carne, spegnete il fuoco e lasciate riposare la carne per almeno 15 minuti. Al momento di serivre, eliminate l'aglio, affettate la carne e cospargietea con il sugo.

Giò



giovedì 24 luglio 2014

Come fare i tortellini: la soddisfazione delle imprese culinarie!

Poche cose mi danno soddisfazione come la pasta fresca e la panificazione.
Siamo abituati a trovare tortellini in ogni variante al supermercato, dal panettiere o nelle gastronomie, ma volete mettere la soddisfazione di gustare quelli fatti in casa il giorno stesso e magari appena chiusi?
Stupendi.
Hanno un altro sapore. Hanno il sapore dei vecchi tempi, delle cucine delle nonne invase da bimbetti scorrazzanti, delle domeniche in famiglia e dei ricordi caldi che riempiono il cuore.
Non è un'impresa titanica, e vedrete che man mano sarete sempre più veloci e pratici nel chiuderli, nel dosare il ripieno e nello stendere la pasta.
Se poi vi armate di qualche amica a supporto allora diventa diventa un pomeriggio di festa, con qualche bicchiere di vino, una bella merenda e tante chiacchiere!
Fatene in abbondanza, potrete poi surgelarli e avere una piccola scorta da offrire agli amici quando si improvvisano a cena!
A seconda delle condizioni climatiche e dell'umidità la pasta stesa secca più o meno velocemente.
Quindi se fa caldo e non siete ancora veloci nel tagliare e chiudere coprite la pasta con della carta da forno bagnata e strizzata, così resterà elastica anche se ci metterete un pochino più del previsto!





Ingredienti per la pasta:
200 g di farina 00
2 uova
1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:
60 g di lonza di maiale
50 g di vitello
50 g di prosciutto crudo
50 g di mortadella
1 uovo
75 g di parmigiano grattugiato
1/4 di cipolla
vino bianco
salvia
burro

Preparate la pasta facendo una fontana di farina.
Al centro rompete le uova e con la punta delle dita iniziate ad incamerare la farina.
Lavorate energicamente l'impasto sbattendolo, prendendolo a pugni e impastando finché non sarà liscio ed omogeneo.
Quando sulla superficie vedrete delle bollicine sarà pronto. Ci vogliono pazienza e bicipiti!
Avvolgete la palla di pasta nella pellicola e fate riposare per un'oretta in frigorifero.

Intanto prepariamo il ripieno...

Fate sciogliere in una padella il burro con la salvia.
Tagliate a dadini le carni e fate rosolare la cipolla in padella.
Quando sarà appassita aggiungete le carni e fate rosolare anche queste.
Sfumate con vino bianco e aggiungete un pizzico di sale.
Lasciate raffreddare le carni, dopodiché frullatele insieme al parmigiano, all'uovo, al prosciutto crudo e alla mortadella.




Stendete la pasta e tagliate tanti quadrati di 3,5 cm di lato e spennellate i bordi con un pochino d'acqua perchè si incollino bene.

1. Al centro sistemate delle piccole palline di ripieno
2. Ripiegate a triangolo la pasta avendo cura di far aderire bene i lati facendo uscire l'aria.
3. Ripiegate la punta del triangolo verso la base.




4. Prendete il triangolo ripiegato tra indice e medio.
5. Dopo aver inumidito le estremità sovrapponetele pressando leggermente.
6. Tortellino fatto! E deve essere tanto piccolo da stare appena sull'indice!




Consumateli con un ottimo brodo di carne o se preferite con una fondutina di parmigiano, una fonduta di robiola o un classicissimo ragù fatto in casa.
Il successo sarà da standing ovation!

Anna